PROSA

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI

Piccoli crimini coniugali racconta la storia di un uomo e una donna, marito e moglie, che si ritrovano improvvisamente a dover ricostruire la propria vita coniugale a causa della perdita di memoria del marito.

Gilles, che è stato vittima di un misterioso incidente, ritorna a casa senza ricordare più nulla della sua vita passata e dei suoi sentimenti e cerca di ricostruirli attraverso ciò che la moglie, Lisa, gli racconta.

All’inizio l’uomo si abbandona alle parole della donna, poi, in un secondo momento, avanza qualche perplessità sulla limpidezza del suo racconto. Attraverso un dialogo serrato e continui colpi di scena si fa strada una verità inattesa.

Anna Tringali e Giacomo Rossetto indagano le dinamiche di coppia, provando a capire fi no a che punto ci si possa spingere all’interno di una relazione, se sia meglio nascondere o svelare, in un “gioco al massacro” che tiene il pubblico con il fi ato sospeso dall’inizio alla fine.

«Piccoli crimini coniugali ha avuto un’adesione violenta da parte del pubblico. All’uscita del teatro, le coppie reagivano diversamente a seconda dell’età: i ventenni mi dicevano “Sei crudele!”, i quarantenni “Che realismo!”, i sessantenni “Che tenerezza!”.

Avevano tutti ragione!
A vent’anni si vorrebbe che l’amore fosse semplice.

A quaranta si scopre che è complicato.
A sessanta sappiamo che è bello proprio perché è complicato».

Eric-Emmanuel Schmitt

prova pcc.jpg

crediti

di: Eric-Emmanuel Schmitt

 

con: Anna Tringali e Giacomo Rossetto

 

regia: Giorgio Sangati

 

luci e scene: Andrea Patron

 

costumi: Paola Zaniolo e Alice Caron

foto di scena: Serena Pea

produzione: Teatro Bresci

anno di produzione: 2020

DOWNLOAD