locandina

Fango e Cognac – La Guerra in Altipiano

(2013)

Con: Giacomo Rossetto
Regia: Giorgio Sangati

Ispirato alla storia di Emilio Lussu.

Spettacolo realizzato con il contributo di Regione Veneto

Quella narrata è la storia minore, che solitamente si perde che ci racconta del logorio di trincea, della dipendenza dall’alcool, della morte per fuoco amico, della voglia di diserzione ma è anche una storia di amicizie, di affetti e di tutto quanto la guerra, in ogni tempo e luogo cancella e schiaccia senza alcun diritto trasformando la vita in orrore. Si racconta un anno, un anno solo e su un solo fronte, quello dell’Altipiano di Asiago, svuotato come una cartina. E su questa cartina immaginaria si muove l’attore, entro i contorni costretti della vita di guerra. Pochi oggetti come compagni: borracce, baionette, un pacco di lettere; e il racconto emerge a brandelli, non è lineare, è rotto, frammentato, schegge drammatiche,divertenti. All’attore l’arduo compito di essere un uomo, niente più di un uomo, perché in questo sta la profondità del racconto, nel fare a pezzi i giudizi e non dimenticare mai che sotto le divise, che sotto i nomi, le nazionalità, in fondo non ci sono che uomini.

SCHEDA TECNICA

Tipologia: Monologo
Durata: 75 minuti
Cast: 1 attore / 1 tecnico
Spazio scenico: Lo spettacolo è rappresentabile sia all’aperto che al chiuso. E’ necessario uno spazio con misure minime 4×4 mt. In caso il teatro non avesse in dotazione la strumentazione, la Compagnia provvederà al reperimento del materiale tecnico necessario.
Audio: mixer audio / n° 2 casse amplificate / cavi sufficienti e necessari
Luci: dimmer / consolle luci / n° 10 PC 1000 w / cavi sufficienti e necessari
Carico/scarico: Per il carico e scarico dei materiali è necessario che i veicoli della Compagnia possano accedere il più vicino possibile all’area scenica.
Montaggio/smontaggio: Montaggio 2 ore / Smontaggio 1 ora. Lo smontaggio avviene di norma a fine spettacolo.

Gallery

Promo